Memphis

Post Design

Post Design

La collezione Post Design 2012 trae fondamento dall’idea di abitazione universale. Come evoca il titolo, che riporta agli scenari di Ettore Sottsass, Alberto Biagetti è consapevole che il design del futuro abbandonerà la componente funzionale per concentrarsi puramente sulla sua valenza estetica.
Nel lavoro di Biagetti il digitale diventa uno strumento di lavoro come lo erano squadra e righello un tempo. L’uso di questa tecnologia applicata al design ne modifica il significato, amplificandolo. Biagetti elabora codici universali appartenenti al nostro universo, e li imprime sugli oggetti, che siano di pelle naturale, di laminato o di tessuto. Il designer trasporta la superficie del mondo all’interno della nostra casa, che diventa un osservatorio per guardare ciò che accade al fuori di essa.
Quello di Biagetti è un gioco tra tradizione e futuro, percezione e immaginazione; la ricerca dei materiali e di tecniche recuperate, come l’impiego dell’ottone e della pelle, si intersecano al cristallo e al colore con accostamenti a contrasto del laminato la cui superficie è lavorata, stampata, mappata. Il linguaggio multiforme e composito di Alberto Biagetti va oltre gli schemi per approdare a una nuova visione della storia e della contemporaneità che reinterpreta prodotti dalla forma apparentemente semplice eppure ricchi di contenuti stratificati.

 

Ognuno di questi arredi della collezione Post Design 2012 tratta l’intimità della nostra casa e allo stesso tempo gli spazi aperti che si estendono fuori da questa. Il filo conduttore: la superficie e la memoria. Ne risultano tre famiglie di oggetti accomunate per sensibilità e tonalità cromatica in grado di raccontare sia una storia intima ma al tempo stesso assoluta.

 

Alberto Biagetti opera con apparente facilità tra il design, l’architettura, la moda e l’arte, coniugando reale e virtuale, manualità artigianale e perfezione tecnologica. Post Design 2012 è la sua prima collezione per la casa nella quale il lavoro è rivolto al concetto di ambiente più che alla produzione di un oggetto tout-court. La collezione suggerisce un panorama domestico intimo e in costante cambiamento: cangiante come la natura e come i nostri comportamenti.

Maria Cristina Didero

Pieces from the exhibition

Other exhibitions

Rimani aggiornato e registrati alla nostra newsletter
@atelierbiagetti